Per un limitatissimo numero di clienti, fornisco consulenze personalizzate negli ambiti che seguono:

Strategia di Business

Definisco una Strategia come:

La serie di scelte conseguenti che riescono a trasformare lo stato attuale delle cose in uno stato diverso e maggiormente desiderabile.

La definizione include parole quali “scelte“, “trasformazione“, “stato“, “diverso stato“. Questi termini sono – ed in qualche modo descrivono – l’essenza di questa Specialità e ne fanno presagire la concretezza, il taglio operativo nonché l’impatto che una buona Strategia necessariamente ha sulla azienda o sullo studio.

La Strategia di Business è strumentale alla messa a fuoco degli obiettivi aziendali, che siano di crescita, di efficientamento, di espansione, di digitalizzazione. Consente di identificare la proposta di valore dell’azienda o dello studio, l’offerta di prodotti e servizi, le specificità e le diversità rispetto ai competitori, il posizionamento nonchè di definire la serie di scelte che consentiranno di raggiungere gli obiettivi definiti in fase di analisi.

Il documento di Strategia declina le linee guida che verranno poi implementate nei diversi ambiti di operatività (comunicazione, sviluppo prodotto, marketing, processi) dell’azienda o dello studio garantendo coerenza delle scelte, misurabilità ed in generale riducendo la dispersione di capitale e di tempo-uomo che la mancanza di una strategia necessariamente genera.

Questo servizio viene erogato in sinergia con Eugenio Tonelli, Strategist, che è la persona con cui ho affrontato profonde riflessioni sul tema.

Settori: Legal, Manifattura ed Industria, Health, Services

Contatti

Digitalizzazione dei Processi e Sviluppo Software

Digitalizzare un processo (di preventivazione, di gestione di ordini o documenti, di programmazione della logistica) significa esaminarlo nel profondo per trasformalo al fine di cogliere i vantaggi di velocità ed accuratezza che la tecnologia è in grado di consegnare.

Change is hard.

Molto spesso però la digitalizzazione viene confusa con la mera introduzione di nuovi strumenti tecnici o tecnologici all’interno di processi che rimangono tali, consolidati da anni e che – soprattutto – nessuno ha pensato di mettere in discussione.

Quest’ultimo approccio raramente riesce a cogliere i benefici della tecnologia, in quanto il personale coinvolto percepisce esclusivamente le nuove incombenze generate dall’introduzione dei nuovi strumenti, ma non vede, effettivamente, un alleggerimento del proprio lavoro o una più generale “maggiore intelligenza” dell’organizzazione. Questa dinamica crea ulteriori resistenze al cambiamento ed il fallimento del processo di digitalizzazione.

Grazie ad un approccio analitico, ad una tecnica di ragionamento basata su principi primi, alla scomposizione in parti di problemi complessi e alla conoscenza diretta di tecniche di utilizzo e scrittura di software fornisco consulenza per una reale digitalizzazione del processo dove gli strumenti tecnologici, il software vengono utilizzati per efficientare, snellire, velocizzare, automatizzare e rendere più “intelligente” l’intero sistema.

Non di rado aziende si avvalgono di questo servizio nel momento in cui non sono in grado di completare con successo l’attivazione di nuovi gestionali anche se sarebbe effettivamente più utile avvalersi di questo servizio durante la fase di selezione del nuovo gestionale per capire se e come quello strumento potrà aiutare l’organizzazione a raggiungere i propri obiettivi di efficienza.

Settori: Legal, Manifattura ed Industria, Health, Services

Contatti

Comunicazione

Trasmettere in maniera coerente e cristallina un messaggio che sia in grado di persuadere l’audience desiderata.

E’ possibile non comunicare? Che ce ne rendiamo conto o meno, in qualsiasi momento della giornata la nostra Organizzazione trasmette messaggi che verranno raccolti ed amplificati dalla nostra audience. Questa dinamica riguarda non solo gli strumenti canonici della comunicazione quali una monografia aziendale, il sito internet, la presenza in fiera o il canale social, ma anche molte altre situazioni che – seppur indirettamente – trasmettono messaggi che ci raccontano.

Possiamo dire che il modo in cui una addetta al centralino risponda al telefono non genererà una impressione nel cliente che sta chiamando per la prima volta? Possiamo pensare che la nostra sala d’attesa non dica qualcosa a proposito della nostra Organizzazione? Il semplice “non esserci” ad eventi di settore o a meeting tra professionisti del nostro ramo non sta trasmettendo un messaggio che ci riguarda? I diversi – e magari dissonanti – registri comunicativi delle e-mail che i nostri collaboratori trasmettono per conto della azienda o dello studio che impressione stanno generando in coloro che le ricevono?

Ritengo che una Comunicazione efficace debba avere un approccio olistico, a tutto tondo, al fine di veicolare messaggi coerenti e funzionali agli obiettivi aziendali o dello studio. L’uso misurato e discreto dei sei principi della Persuasione farà il resto.

Settori: Legal, Manifattura ed Industria, Health, Services

Contatti